Istruzioni censimento del Patrimonio ICT della PA (ver 1.0 del 5 dicembre 2017)

Il Censimento del Patrimonio ICT della PA si propone, con cadenza annuale, di rilevare i dati necessari per delineare il quadro informativo/statistico sulle principali installazioni informatiche a livello nazionale, regionale e locale, determinando per ogni singola amministrazione l’insieme delle principali componenti hardware e software in uso.

Le informazioni acquisite contribuiranno, inoltre, a fornire gli elementi utili all’individuazione dei soggetti che, essendo proprietari di infrastrutture fisiche adeguate alle esigenze dell’attuale contesto organizzativo ICT della PA, potranno essere candidabili a ricoprire il ruolo di Polo Strategico Nazionale ai sensi del Piano Triennale per l’Informatica nella Pubblica Amministrazione 2017-2019.

Al termine delle attività del Censimento, infatti, le infrastrutture fisiche dell’Amministrazione, in base alle informazioni fornite, saranno classificate, in una delle seguenti categorie:

  • candidabile a “Polo Strategico Nazionale”;
  • “Gruppo A”;
  • “Gruppo B”.

La classificazione sarà periodicamente pubblicata ed aggiornata sul sito internet dell’Agenzia.

Ogni amministrazione affida le attività connesse al censimento del proprio patrimonio ICT al “Responsabile del Censimento del Patrimonio ICT” che dovrà garantire la ricognizione dei dati richiesti, nonché della veridicità dei medesimi. Ai sensi della Circolare AgID n. 05/2017, tale ruolo è svolto dal Responsabile dell’Ufficio dirigenziale di cui all’art. 17 del Codice dell’Amministrazione Digitale o da soggetto da lui delegato.

La rilevazione del Censimento del Patrimonio ICT della PA sarà svolta, esclusivamente attraverso la procedura informatica assistita che guiderà il “Responsabile del Censimento del Patrimonio ICT” individuato dall’Amministrazione nella compilazione del “QUESTIONARIO DI RILEVAMENTO”.

Il “QUESTIONARIO DI RILEVAMENTO” è composto da 6 sezioni:

  1. Anagrafica: contiene la richiesta di informazioni relative all’anagrafica dell’Ente e del Responsabile incaricato alla compilazione;
  2. Organizzazione Ente: contiene la richiesta di informazioni relative all’organizzazione interna dell’ICT dell’Ente, quali ad esempio, numero di sedi, numero di addetti ICT, modalità di gestione (interno/in cooperazione /full outsourcing);
  3. Dotazione tecnologica dell’Ente: contiene la richiesta di informazioni relative alla Connettività e al patrimonio applicativo con indicazione di tecnologie di riferimento, servizi supportati, licenze, ecc.;
  4. Dotazione tecnologica del Data Center: contiene la richiesta di informazioni relative ai DC e sale server dell’Ente, quali: caratteristiche del DC e dei Server, quantità, caratteristiche sulla sicurezza, compliance alle norme, ecc.;
  5. Cloud: contiene la richiesta di informazioni relative all’eventuale utilizzo dei servizi Cloud e sul livello di virtualizzazione;
  6. Voci di Spesa: contiene la richiesta di informazioni sui dati di spesa ICT relativi ai Data Center dell’Ente.

Al fine di fornire supporto alla compilazione, l’Agenzia per l’Italia Digitale ha redatto una breve “Guida alla compilazione”, che l’Amministrazione può consultare accedendo direttamente al questionario. Inoltre, sono a disposizione di ogni amministrazione i seguenti strumenti:

AgID comunicherà le disposizioni tecnico-operative per la partecipazione e avvio del Censimento ad ogni Amministrazione, tramite apposita comunicazione a mezzo posta elettronica certificata.

Le amministrazioni devono attendere, quindi, la ricezione della PEC avente ad oggetto: “INVITO PER LA PARTECIPAZIONE AL CENSIMENTO DEL PATRIMONIO ICT DELLA PA AI SENSI DEL PIANO TRIENNALE PER L’INFORMATICA DELLA PA 2017-2019” dall’indirizzo PEC dell’Agenzia per l’Italia Digitale che conterrà le successive istruzioni operative per accedere al Questionario.

Tali inviti saranno inviati dall’Agenzia per l’Italia Digitale a partire da dicembre 2017.

I dati raccolti saranno utilizzati per adempiere alle previsioni del Piano Triennale e per gli altri fini istituzionali dell’Agenzia per l’Italia Digitale e per successivi trattamenti, esclusivamente per fini statistici dai soggetti del Sistema statistico nazionale. Tali dati saranno, altresì, rielaborati e pubblicati da AgID in formato aggregato all’interno del Rapporto del censimento come previsto nel Piano Triennale per l’informatica della PA 2017-2019 risultato dell’azione “Censimento Patrimonio ICT della PA”.

Le istruzioni operative contenute nella presente pagina sono soggette ad aggiornamento.

Le amministrazioni devono, altresì, consultare periodicamente la presente pagina.

Si ringrazia per la collaborazione.

Agenzia per l’Italia Digitale